ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, lanciata offensiva per strappare la provincia di Anbar ai jihadisti

Migliaia di iracheni stanno lasciando la provincia di Anbar con le poche cose che hanno avuto il tempo di portare con sé quando, all’alba, hanno

Lettura in corso:

Iraq, lanciata offensiva per strappare la provincia di Anbar ai jihadisti

Dimensioni di testo Aa Aa

Migliaia di iracheni stanno lasciando la provincia di Anbar con le poche cose che hanno avuto il tempo di portare con sé quando, all’alba, hanno sentito i primi bombardamenti.

Le forze irachene hanno lanciato una campagna militare con l’obiettivo di riprendere il controllo della più grande provincia del Paese, caduta nelle mani dell’Isil.

In un comunicato, Yahya Rasool, portavoce dell’esercito, annuncia che “le operazioni sono iniziate alle 5 di mattina. L’offensiva vede impegnate le forze regolari, i comitati di mobilitazione popolare – composti per lo più da sciiti – i corpi speciali, la polizia federale, e gruppi tribali sunniti”. Questa forza eterogenea punta dritto contro i suoi obiettivi – prima Fallujah e poi Ramadi – ma si scontra con una dura resistenza da parte dei jihadisti.

Stando a fonti militari, almeno cinque autobombe, guidate da kamikaze, sono state fatte esplodere nel tentativo di rallentare l’avanzata delle forze irachene.

Contro i jihadisti, il governo di Baghdad potrebbe decidere di utilizzare anche i primi quattro F16 ricevuti dagli Stati Uniti. In tutto ne ha ordinati 36, ma la consegna è stata rallentata per motivi di sicurezza.