ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I greci in attesa di notizie da Bruxelles: tra preoccupazione e voglia di normalità

Mentre a Bruxelles proseguono i negoziati, la vita in Grecia continua oscillando tra la normalità pre-referendum e quella che è diventata la

Lettura in corso:

I greci in attesa di notizie da Bruxelles: tra preoccupazione e voglia di normalità

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre a Bruxelles proseguono i negoziati, la vita in Grecia continua oscillando tra la normalità pre-referendum e quella che è diventata la normalità delle ultime due settimane. Perchè le banche riaprano ci vorranno ancora giorni. E la gente fa la fila ai bancomat.
euronews ha raccolto un po’ di voci a Chalandri. I greci sembrano tutti comunque preoccupati.
“Stiamo attenti agli sviluppi e ci preoccupiamo del futuro. Pernso che dobbiamo stare nell’eurozona perchè vogliamo un futuro migliore. Penso che la Grexit sarebbe un disastro per noi”, dice un ragazzo intento ad aspettare che la tv gli riveli le sorti del negoziato.

“Nelle ultime due settimane la situazione è peggiorata. Penso che i greci non possano pensare al loro Paese fuori dall’Europa. Speriamo solo per il meglio”, dice una ragazza.

“Non abbiamo più una vita. Non ho soldi per pagare affitto e bollette. Non avrei mai potuto immaginare che avrei vissuto un’esperienza così. Ma spero ancora che qualcosa succeda”.
Certo, sperano i greci. Ma molti di quelli che hanno votato per il no al referendum, cominciano a chiedersi perchè sia necessario affrontare ancora una situazione tanto difficile per poi accettare un accordo che sarà forse peggiore di quello rigettato dal governo prima del referendum.
L’incertezza ancora regna sovrana in Grecia. In ogni caso per la gente si prospettano più sacrifici. I greci rimangono scettici sulé futuro e tutti sono concordi sul fatto che la strada per la guarigione sarà lunga e difficile.
Michalis Arampatzoglou, euronews