ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Il Parlamento greco approva il piano di Tsipras per un nuovo negoziato coi creditori


Grecia

Il Parlamento greco approva il piano di Tsipras per un nuovo negoziato coi creditori

Il parlamento greco ha detto sì al nuovo pacchetto di riforme presentato da Tsipras per chiedere un terzo piano di salvataggio da 74 miliardi di euro. Mentre da Bruxelles arrivava un giudizio positivo sul programma presentato all’Eurogruppo, l’assemblea ha approvato la mozione con 251 sì e 32 no. Alcuni parlamentari del partito di governo Syriza si sono allontanati, come l’ex ministro Varoufakis, astenuti o hanno votato contro.

Il primo ministro Alexis Tsipras ha ammesso che sono stati compiuti degli errori negli ultimi cinque mesi. “Onestamente sì – ha detto -, abbiamo fatto degli errori”.

In questo week-end l’Eurogruppo prenderà una decisione sull’avvio di un nuovo negoziato e di questo ha parlato uno dei leader dell’opposizione.

“Non posso nemmeno immaginare come potrebbe essere la situazione del Paese la prossima settimana se entro domenica non ci fosse un accordo per il negoziato” ha detto il leader ad interim di Nea Demokratia Evangelos Meimarakis.

Prima del voto, una manifestazione davanti al Parlamento aveva sostenuto le ragioni del no, confermate dal referendum di domenica scorsa, al precedente piano di salvataggio proposto dai creditori al quale il programma di Tsipras sembra assomigliare molto.

“Nonostante le 17 defezioni dal campo della coalizione di governo – dice il corrispondente di euronews Stamatis Giannidis -, Tsipras ha ottenuto il via libera all’avvio del negoziato coi creditori. Ma la rivolta di alcuni deputati suscita preoccupazione nella leadership di Syriza in vista delle nuove misure di austerità che il Parlamento dovrà presto adottare”.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Srebrenica, oggi il ricordo del massacro di 20 anni fa