ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vertice Brics, Russia: "Aiutare Atene non è in agenda"

Grecia, Ucraina, minaccia terroristica e la Nuova banca di sviluppo: sono questi i temi principali sul tavolo del vertice dei Paesi emergenti del

Lettura in corso:

Vertice Brics, Russia: "Aiutare Atene non è in agenda"

Dimensioni di testo Aa Aa

Grecia, Ucraina, minaccia terroristica e la Nuova banca di sviluppo: sono questi i temi principali sul tavolo del vertice dei Paesi emergenti del Brics ovvero Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica. Le discussioni vanno avanti fino al 10 luglio nella città russa di Ufa. Mosca non ha in programma di fornire un aiuto finanziario alla Grecia. Aiutare Atene non è in agenda’‘, ha detto il ministro dell’Economia russo Ulyukayev. “Il Paese non ha chiesto alcun tipo di aiuto. Abbiamo valutato la possibilità di una cooperazione commerciale, di investimenti in infrastrutture e condutture. Sono questi i punti che abbiamo esaminato”.

Nel corso settimo vertice dei paesi Brics, Vladimir Putin incontrerà il collega Xi Jing Ping. Per la Cina è un appuntamento importante, passo fondamentale per la creazione della Nuova banca di sviluppo, che inizierà le prime operazioni di finanziamento dal gennaio del 2016.

L’istituzione finanziaria è un’alternativa a quelle occidentali ed è nata dagli accordi raggiunti durante nell’ultimo summit in Brasile. “Per fare fare affari senza le regole che vogliono imporre i creditori occidentali” ha detto il presidente del Sudafrica, Jacob Zuma, a poche ore dall’inizio del vertice. Un summit importante anche per il Brasile, dopo l’anno nero dell’amministrazione della presidente Dilma Rousseff, tra episodi di corruzione e rallentamento dell’economia.

Con 3 miliardi di persone, i cinque Paesi emergenti del Brics rappresentano il 40% della popolazione totale.