ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vertice straordinario della zona euro: prove di dialogo con la Grecia

E’ il momento della verità per Alexis Tsipras. Il primo ministro greco è tornato al tavolo dei negoziati nel vertice straordinario della zona euro

Lettura in corso:

Vertice straordinario della zona euro: prove di dialogo con la Grecia

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ il momento della verità per Alexis Tsipras. Il primo ministro greco è tornato al tavolo dei negoziati nel vertice straordinario della zona euro dopo il clamoroso successo del no al referendum di domenica. Bisogna vedere se sarà in grado di ricucire il dialogo bruscamente interrotto con i partner europei.

Point of view

Senza solidarietà e senza riforme non è possibile andare nella giusta direzione

Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha lasciato la porta aperta puntualizzando: “Ci deve essere uno sforzo da entrambe le parti, solidarietà europea e responsabilità nazionale ha detto senza solidarietà e senza riforme non è possibille andare nella giusta direzione”

Le istituzioni europee e i capi di stato e di governo della zona euro aspettano ora una proposta concreta, un piano dettagliato di riforme da parte greca, cosa che fino ad ora non hanno ricevuto.

Francois Hollande, presidente della Repubblica francese, richiama tutti all’ordine:

“Il mio stato d’animo per questo vertice: responsabilità perché è una questione europea, e ciascuno deve fare il proprio lavoro, solidarietà perché dobbiamo superare queste difficoltà una volta per tutti, se sono superabili, e rapidità perché dobbiamo fare velocemente”

Il tempo stringe, secondo diverso esperti, la Grecia ha bisogno di trovare un accordo entro questa settimana, per non rimanere a corto di liquidità come sottolinea l’inviato di Euronews James Franey:

“Con il debito di 3 miliardi e mezzo di euro da restituire alla Banca centrale europea entro il 20 luglio, il premier Tspiras ha bisgno di trovare un accordo velocemente per fermare l’uscita della Grecia dall’euro, una prospettiva che dice voler evitare”