ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Festival, a MONTREUX

Lettura in corso:

Festival, a MONTREUX

Dimensioni di testo Aa Aa

Sinead O Connor è stata fra i primi artisti ad aprire la 49esima edizione del Festival Jazz di Montreux. La cantante irlandese ha interpretato alcuni

Sinead O Connor è stata fra i primi artisti ad aprire la 49esima edizione del Festival Jazz di Montreux.

La cantante irlandese ha interpretato alcuni dei suoi brani piu’ popolari oltre a canzoni dall’ultimo album orientato al rock “I’m Not Bossy, I’m The Boss”, uscito nel 2014.

Emozionante è stato anche il concerto di John Legend che ha interpretato il suo più grande successo fino ad oggi “All of Me”, dal quarto album in studio “Love in the Future” (2013). Quincy Jones definisce questo cantautore un genio. John Legend adesso sta lavorando al suo quinto album in studio.

Lilly Wood e the Prick hanno fatto ballare il pubblico al Montreux Jazz Lab dove si sono esibiti con la loro “Prayer in C”. Il duo folk-pop francese formato da Nili Hadida e Benjamin Cotto ha aperto il laboratorio con un terzo album pop punteggiato da risonanze del Mali, registrato tra Bamako e Parigi. Il loro è un rassicurante pop sound, fusione di elettro, folk, new wave, funk con testi poetici semplici.

La scozzese Emeli Sandé ha deliziato i fan a Montreux con alcune delle sue canzoni più acclamate. L’artista R & B, jazz-soul si era affermata sulla ribalta internazionale nel 2011 con i singoli “Heaven” e “Read All About It”, poi ha vinto due Brit Awards nel 2013 con l’ LP Our Version of Events. Sandé ha scrito anche per Susan Boyle, Rihanna, Leona Lewis, Cheryl Cole fra gli altri.