ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tunisia: vertice Ministri dell'Interno britannico, francese, tedesco e tunisino a Sousse

Condoglianze, ma anche un messaggio di unità contro il terrorismo: il Ministro dell’Interno tunisino ha ricevuto a Sousse i suoi omologhi francese

Lettura in corso:

Tunisia: vertice Ministri dell'Interno britannico, francese, tedesco e tunisino a Sousse

Dimensioni di testo Aa Aa

Condoglianze, ma anche un messaggio di unità contro il terrorismo: il Ministro dell’Interno tunisino ha ricevuto a Sousse i suoi omologhi francese, tedesco e soprattutto quello britannico. È il Regno Unito a lamentare il maggior numero di vittime nella strage di venerdì – le identificazioni vanno a rilento, ma il governo di Londra ha già detto di temere che delle trentasette vittime quelle britanniche siano una trentina.

Theresa May, il ministro britannico, ha parlato di una democrazia ancora fragile:

“Il presidente Essebsi è il primo presidente democraticamente eletto in Tunisia. La Tunisia è il simbolo di ciò che è possibile. Stamattina abbiamo avuto una riunione, con i miei colleghi ministri dell’Interno, e questo dice della determinazione che abbiamo noi tutti per combattere quest’ideologia perversa che causa morte e distruzione”.

I ministri hanno parlato di cooperazione economica, di scambio di informazione e collaborazione nella sorveglianza e nell’intelligence. Ma soprattutto di determinazione:

“La determinazione – ha sottolineato il ministro francese – è la chiave del successo che otterremo contro quelli che si organizzano per colpirci. Questa guerra contro il terrorismo, come ha detto poco fa la mia collega Theresa May, noi la vinceremo, perché siamo determinati a vincerla”.

Una ventina delle vittime è stata identificata, per gli altri si procede ancora alle verifiche. Intanto le autorità tunisine hanno annunciato di aver eseguito un numero rilevante di arresti, nel tentativo di smantellare la rete logistica dei terroristi.