ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Commissione europea ai greci: "votate sì all'euro e all'Europa"

Al cuore del referendum di domenica c‘è la permanenza nell’euro. Sì o no. Lo ha spiegato il numero uno della Commissione europea Jean Claude Juncker

Lettura in corso:

La Commissione europea ai greci: "votate sì all'euro e all'Europa"

Dimensioni di testo Aa Aa

Al cuore del referendum di domenica c‘è la permanenza nell’euro. Sì o no. Lo ha spiegato il numero uno della Commissione europea Jean Claude Juncker, invitando i greci a dire sì alla zona euro e all’Europa.
La domanda posta alle urne, sulla carta, riguarda le misure, ma queste sono talmente tecniche che è chiaro che la risposta dei greci avrà una portata più ampia.

Jean Claude Juncker, Presidente della Commissione europea

“Tutto il pianeta interpreterà il no come un prendere distanza dall’euro e dall’Europa, e non come un no alla domanda che viene posta, visto che non conoscono con precisione quello che viene chiesto loro”.

Juncker ha ripercorso le tappe del lungo e duro negoziato, sostenendo che le istituzioni hanno fatto tutto il possibile per andare incontro ai greci. Sul piano della procedura, non mandando i negoziatori ad Atene e sostituendo la Troika, come voleva il governo di Tsipras, ma anche e soprattutto sul contenuto delle misure:

Jean Claude Juncker, Presidente della Commissione europea

“Non ci sono tagli agli stipendi nel pacchetto. Nessuno è autorizzato a dare l’impressione che i salari saranno tagliati. E non ci sono tagli alle pensioni. Al contrario, ci sono misure che aumentano l’equità sociale, spingono la crescita e contribuiscono a un’amministrazione pubblica più moderna e trasparente”.

Dopo un sentito appello ai greci a non lasciare la famiglia europea, Juncker si è anche detto deluso e tradito dal comportamento del Premier ellenico, confermando di esser stato all’oscuro della decisione di indire il referendum e abbandonare le trattative.