Attentato in una fabbrica vicino a Lione: un morto e almeno due feriti. Trovata una bandiera dell'ISIL

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
Attentato in una fabbrica vicino a Lione: un morto e almeno due feriti. Trovata una bandiera dell'ISIL

<p>In Francia torna l’incubo del terrorismo. Questa volta cuore dell’attacco, forse di matrice islamica, il sud-est del Paese a 30 km da Lione. </p> <p>Uno o due uomini a bordo di un’auto e con bandiere ineggianti all’autoproclamato Stato Islamico hanno fatto irruzione in un impianto di gas industriale nel dipartimento dell’Isère colpendo delle bombole che hanno provocato un’esplosione. Bilancio un morto e diversi i feriti. </p> <p>Un uomo sui trent’anni è già stato fermato dalle forze dell’ordine. La sua identità è stata confermata dal Ministro dell’interno: “Potrebbe essere proprio Yassin Salhi. Nel 2006 era finito nel mirino dell’intelligence per manifestazioni a favore del radicalismo islamico”, ha detto Bernard Cazeneuve. Sorveglianza poi interrotta nel 2008. </p> <p>Altro punto chiave delle indagini il corpo decapitato di un uomo con accanto una bandiera dell’<span class="caps">ISIL</span>. Il premier Valls ha assicurato che la sorveglianza in tutto il Paese è massima. Secondo indiscrezioni fonti dei servizi segreti aveva allertato sulla possibilità di un attacco in quella zona.</p>