This content is not available in your region

Charleston. Bandiera confederata è simbolo del passato per Governatrice South Carolina

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Charleston. Bandiera confederata è simbolo del passato per Governatrice South Carolina

<p>Un simbolo che è parte integrante del nostro passato ma non rappresenta il nostro futuro. Sono le parole con cui la governatrice del South Carolina Nikki Haley punta a porre termine alle polemiche sulla presenza della bandiera confederata, sfoggiata dal killer di Charleston e che ancora sventola sulla House State di Columbia, capitale dello Stato che ha vissuto una delle peggiori stragi a sfondo razziale nella storia recente degli Stati Uniti.</p> <p>Nikki Haley, Governatrice del South Carolina: “È arrivato il momento di dire che quella bandiera, benchè sia parte integrante del nostro passato, non rappresenta il futuro del nostro grande Stato. L’assassino, ora dietro le sbarre a Charleston, ha detto di auspicare che il suo gesto scateni una guerra delle razze. Abbiamo l’opportunità per dimostrare non soltanto che si sbaglia ma che accadrà esattamente il contrario”.</p> <blockquote class="twitter-tweet" lang="it"><p lang="en" dir="ltr"><a href="https://twitter.com/hashtag/DylanRoof?src=hash">#DylanRoof</a> Manifesto (if him) "Blacks are the real racists" — Hear this every day on Twitter. All of U mentally ill <a href="http://t.co/ixyZVncw4b">pic.twitter.com/ixyZVncw4b</a></p>— #SayHerName (@POPSspotSports) <a href="https://twitter.com/POPSspotSports/status/612323225293467648">20 Giugno 2015</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>Dylan Roof, 21 anni, presunto autore dell’uccisione di 9 persone di colore nella storica chiesa metodista Emanuel, vicino a Charleston, ferneticava sul suo manifesto web che “i neri sono stupidi e violenti e la segregazione è una misura difensiva”.</p> <p>Nei significativi selfie postati sul web sfoggiava la bandiera adottata nel 1861 dagli Stati del Sud che volevano la secessione dal Nord abolizionista.</p>