ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yukos; Belgio e Francia congelano beni russi

È uno scontro diplomatico tra Russia da un lato e Belgio e Francia dall’altro, quello che si sta profilando in relazione alle vicende del colosso

Lettura in corso:

Yukos; Belgio e Francia congelano beni russi

Dimensioni di testo Aa Aa

È uno scontro diplomatico tra Russia da un lato e Belgio e Francia dall’altro, quello che si sta profilando in relazione alle vicende del colosso petrolifero Yukos.

Il Belgio ha avviato la procedura per congelare beni russi, compresi – annuncia Mosca – i conti dell’ambasciata a Bruxelles e della rappresentanza russa presso l’Unione europea”. Il Cremlino pensa di rispondere facendo altrettanto.

Anche in Francia sono stati sequestrati conti di società russe.

L’anno scorso la corte permanente dell’arbitrato dell’Aja aveva condannato Mosca a pagare 40 miliardi di euro agli ex azionisti di Yukos, ma l’ordine è stato disatteso. Anche la Corte europea dei diritti umani ha condannato la Russia a un risarcimento di quasi 2 miliardi di euro.

Mosca afferma che il congelamento dei beni è una azione “illegale” e “politicizzata” e promette di assicurare la protezione degli interessi russi.