ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa, sparatoria in chiesa a Charleston, uccisi 9 afroamericani. Caccia al presunto responsabile, un ventenne

Un uomo bianco, sui ventun anni, biondo, è ricercato dalla polizia di Charleston, nel South Carolina, per la strage di ieri sera in una chiesa

Lettura in corso:

Usa, sparatoria in chiesa a Charleston, uccisi 9 afroamericani. Caccia al presunto responsabile, un ventenne

Dimensioni di testo Aa Aa

Un uomo bianco, sui ventun anni, biondo, è ricercato dalla polizia di Charleston, nel South Carolina, per la strage di ieri sera in una chiesa metodista in cui sono rimaste uccise nove persone.

Un crimine mosso da odio razziale, secondo le autorità.

Tra le vittime, c‘è anche il reverendo Clementa Pinckney, 42 anni, pastore della chiesa metodista e senatore democratico dello Stato, che si trovava insieme agli altri fedeli durante la lettura della Bibbia, quando il killer è entrato e ha aperto il fuoco.

Intervistato dai giornalisti, il sindaco di Charleston, Joe Riley, ha rilasciato un commento sull’accaduto:

“L’unica ragione per cui qualcuno entra in una chiesa e apre il fuoco sui fedeli in preghiera è l’odio, non ce ne sono altre… Questa azione è la più vile che si possa immaginare: assicureremo il responsabile alla giustizia nel più breve tempo possibile”.

La Emmanuel African Methodist Episcopal Church è una delle più vaste congregazioni di afroamericani nella regione e una delle più antiche degli Stati Uniti. Per questo è iscritta nel registro nazionale dei luoghi storici.

La sparatoria minaccia di riattizzare le tensioni razziali, scatenate di recente dall’uccisione, sempre a Charleston, di un afroamericano disarmato da parte di un poliziotto bianco.