ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Salone dell'aeronautica di Parigi, Airbus incassa più ordini. Delude l'A380

Lettura in corso:

Salone dell'aeronautica di Parigi, Airbus incassa più ordini. Delude l'A380

Dimensioni di testo Aa Aa

Tempo di bilanci a Le Bourget. Chi ha vinto la gara degli ordini firmati al salone aeronautico di Parigi?

Ebbene, nell’ultimo giorno dedicato agli addetti ai lavori, Airbus è in vantaggio: 421 aerei venduti sulla carta per un controvalore di 57 miliardi di dollari. C‘è un grosso “però”: neanche uno dei velivoli è un A380, il superjumbo su cui a dispetto di tutto gli europei continuano a scommettere.

“Come si fa a raddoppiare il traffico aereo in 15 anni se tutto quello che le compagnie fanno è raddoppiare il numero di aerei? È insostenibile! Servono aerei più grossi”, afferma John Leahy, Chief Operating Officer di Airbus.

“Il caso vuole che l’A380 sia un aereo più grande con cui le persone preferiscono volare. È più silenzioso, tranquillo, ha sedili più spaziosi, brucia meno carburante per passeggero nei tragitti e ha un impatto minore sull’ambiente”, aggiunge.

Le previsioni della rivale Boeing sulla domanda aerei di grandi dimensioni sono due e volte e mezzo più basse di quelle di Airbus. Gli americani, che al salone hanno chiuso accordi per 50 miliardi di dollari (331 aerei ordinati), scommettono su velivoli decisamente più piccoli.

Tra questi il nuovo 787 Dreamliner, modello che, dopo i problemi in fase di certificazione, sembra pronto al decollo grazie alla domanda dai mercati emergenti.