ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hong Kong, il parlamento respinge la riforma elettorale ispirata da Pechino

Il parlamento di Hong Kong ha respinto la controversa riforma elettorale ispirata dal governo cinese. I deputati della maggioranza hanno lasciato

Lettura in corso:

Hong Kong, il parlamento respinge la riforma elettorale ispirata da Pechino

Dimensioni di testo Aa Aa

Il parlamento di Hong Kong ha respinto la controversa riforma elettorale ispirata dal governo cinese. I deputati della maggioranza hanno lasciato l’aula poco prima del voto e il testo è stato rifiutato con 28 voti contro, 8 a favore. Per l’approvazione era richiesta una maggioranza qualificata di due terzi.

“Arrivati a questo punto provo disagio e disappunto per il veto posto a questa riforma. Dopo quello che è accaduto non so più quando a Hong Kong ricomincerà un processo verso la democrazia”.

I parlamentari dell’opposizione avevano annunciato di voler boicottare il voto, rendendo di fatto impossibile l’approvazione della riforma.

“Il popolo di Hong Kong respinge questa riforma falsamente democratica. Non vogliamo col nostro voto legittimare un sistema come questo”.

Pechino aveva preparato una nuova legge elettorale per le elezioni del 2017, in cui concedeva il suffragio universale a Hong Kong ma solamente con una pre-selezione dei candidati ammessi dalle autorità.