ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: ambulanze a rischio

I problemi di liquidità delle casse statali greche si riflettono anche sulla sanità. I finanziamenti pubblici sono limitati ai servizi essenziali e

Lettura in corso:

Grecia: ambulanze a rischio

Dimensioni di testo Aa Aa

I problemi di liquidità delle casse statali greche si riflettono anche sulla sanità. I finanziamenti pubblici sono limitati ai servizi essenziali e ai dipendenti non vengono pagati gli straordinari o le maggiorazioni per i turni di notte.

Il personale addetto alle ambulanze, che deve lavorare sulle 24 ore e che dal dicembre scorso si vede negate alcune centinaia di euro al mese, ha annunciato uno sciopero per chiedere gli arretrati.

“Abbiamo sopportato per molto tempo – sottolinea un soccorritore -. Capiamo la gravità della situazione, ma i nostri colleghi hanno degli obblighi, devono pagare debiti e così si è raggiunto un punto di rottura.”

Lo sciopero è stato sospeso dopo che il ministero della Sanità ha promesso di pagare una parte delle spettanze a fine giugno, ma molti problemi rimangono irrisolti.

“Siamo nel parcheggio centrale del quartier generale dei soccorritori – spiega il presidente dell’associazione di categoria, Georgios Mathiopoulos -. Intorno a noi vediamo 50 ambulanze non funzionanti, perché danneggiate. La maggior parte ha seri danni, ad esempio al motore, ma altre hanno problemi minori, che potrebbero essere aggiustati facilmente, ma che non vengono riparati a causa della mancanza di fondi.”

Chi si sente male dovrà incrociare le dita, prima di usarle per comporre il numero dei soccorsi.

“Lo Stato ha promesso di versare parte degli arretrati – osserva la corrispondente di euronews Symela Touchtidou -. Lo staff delle ambulanze ha sospeso lo sciopero per non mettere in pericolo la salute pubblica, specialmente ora che l’afflusso di turisti fa aumentare la richiesta di servizi.”