ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Antonio Zambujo, dal fado al jazz, la voce emergente della musica portoghese

Lettura in corso:

Antonio Zambujo, dal fado al jazz, la voce emergente della musica portoghese

Dimensioni di testo Aa Aa

Mettete in un mixer musica fado, bossanova, jazz e folk ed ecco a voi António Zambujo, voce emergente nella nuova generazione di cantanti

Mettete in un mixer musica fado, bossanova, jazz e folk ed ecco a voi António Zambujo, voce emergente nella nuova generazione di cantanti portoghesi. La sua è una musica che affonda le radici nella regione di Alentejo, sud del Portogallo, dove Zambujo è nato 40 anni fa: “Ascoltavo gli anziani che cantavano nelle taverne di fronte alla casa di mia nonna e ho cominciato ad amare la musica, ad imparare le loro canzoni. E’ cosï che ho cominciato a cantare”.
Il concerto di Zambujo a Lione ha dato il via alla rassegna “Musiche della Confluenza”, un festival musicale dedicato alle musiche di tutto il mondo. Uno dei brani della performance di Zambujo, “O pica do 7”, è una canzone che racconta di una ragazza che si innamora di un controllore del tram, tratta dal suo sesto ed ultimo album “Rua da Emenda”. Il primo album di Zambujo “Amalia” è uscito nel 2002, ma è stato soprattutto con il terzo album “Outro Sentido” che il suo nome ha cominciato ad essere apprezzato anche all’estero, fino a un concerto alla Carnegie Hall di New York l’anno scorso. “All’inizio mi faceva un certo effetto entrare in un negozio di dischi, in Portogallo o all’estero, e trovare i miei dischi negli scaffali della musica tradizional-popolare portoghese – spiega Zambujo – poi ho capito che il fado ha davvero avuto un enorme peso sulla mia musica, assieme ai canti della mia regione natale. Il fado e i “canti alentejani” sono le fondamenta sulle quali poi si sono inserite tutte le altre musiche, artisti come Chet Baker e João Gilberto, o ancora Tom Waits e Nina Simone. ma anche artisti lusitani come Cesária Évora, Amália Rodrigues e Caetano Veloso. Con tutti questi influssi il mio modo di cantare è cambiato”.
Dopo Lione, Tolosa e Rio de Janeiro, il tour di Zambujo toccherà numerose altre città europee per concludersi al Casino de Paris il 6 novembre.