ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: premier Tsipras a creditori, diremo no a compromesso ingiusto

Il primo ministro greco Alexis Tsipras ribadisce il no alle richieste dei creditori, in occasione della visita del cancelliere austriaco Werner

Lettura in corso:

Grecia: premier Tsipras a creditori, diremo no a compromesso ingiusto

Dimensioni di testo Aa Aa

Il primo ministro greco Alexis Tsipras ribadisce il no alle richieste dei creditori, in occasione della visita del cancelliere austriaco Werner Faymann. Tsipras ha ringraziato il collega per il suo sostegno. Faymann ha affermato che occorre trovare “soluzioni che non accrescano ulteriormente povertà e disoccupazione”.

“Nel caso in cui si arrivi a un compromesso giusto, io e i miei ministri, il governo greco che è stato scelto di recente dal popolo, ci assumeremo la responsabilità di applicare tale accordo”, ha detto Tsipras. “Nel caso in cui non avessimo un compromesso giusto e una soluzione finanziaria praticabile, il governo greco si assumerà la responsabilità di dire un grande no a questa politica catastrofica per la Grecia”.

Tra i greci si diffonde la preoccupazione per il rischio di default del Paese entro il 30 giugno se non restituisce un miliardo e 600 milioni di euro.

“Siamo tutti preoccupati per i nostri conti” – afferma un pensionato -“non è una questione personale, perché dal modo il cui tale questione viene presentata dal governo, si capisce che è chiaramente un problema”.

Per protestare contro le richieste di Bruxelles, tra le quali tagli alle pensioni, un gruppo di manifastanti ha occupato la sede della commissione europea ad Atene, questo Paese – dicono – non è in vendita.