ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Migranti: primo ministro Renzi, se Ue non collabora facciamo da soli

La disperata attesa dei migranti a Ventimiglia, respinti dalla Francia, fa salire i toni tra Parigi e Roma. “Non facciamo che rispettare le regole di

Lettura in corso:

Migranti: primo ministro Renzi, se Ue non collabora facciamo da soli

Dimensioni di testo Aa Aa

La disperata attesa dei migranti a Ventimiglia, respinti dalla Francia, fa salire i toni tra Parigi e Roma. “Non facciamo che rispettare le regole di Schengen e di Dublino”, ha detto il ministro degli Interni francese Cazeneuve, ossia rispedendo i migranti in Italia, Paese d’arrivo.

Dura la risposta del premier italiano Renzi: “nessun egoismo nazionale può chiudere gli occhi”. “O è un problema europeo e lo risolviamo tutti insieme, o se deve essere un problema italiano, perché l’Europa chiude gli occhi, l’Italia è in condizione di affrontarlo, però lo dice con l’amarezza di chi pensa che l’Europa sia una grande casa di valori”.

Anche Svizzera e Austria bloccano le frontiere. Altri 30 migranti sono stati respinti dalla polizia elvetica a Domodossola e sono stati fatti salire su treni diretti a Milano. Nei primi cinque mesi dell’anno, i respingimenti al confine tra Italia e Svizzera sono stati quasi 1.700. Il tema dei migranti e il piano della Commissione Ue sulla redistribuzione di 40mila richiedenti asilo fra i Paesi europei sono sul tavolo della riunione dei ministri degli Interni, questo martedì a Lussemburgo.