ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Daraweesh Carnival, armonie di religioni al Cairo

Lettura in corso:

Daraweesh Carnival, armonie di religioni al Cairo

Dimensioni di testo Aa Aa

In omaggio alle 3 religioni monoteiste l’Egitto accoglie il Daraweesh Carnival, un festival che al Cairo significa un tripudio di colori, musiche

In omaggio alle 3 religioni monoteiste l’Egitto accoglie il Daraweesh Carnival, un festival che al Cairo significa un tripudio di colori, musiche, costumi.

Chi si avventura fra queste ‘sacre’ armonie ha la possibilità di visitare la moschea Amr ibn al-‘As, la Chiesa di San Giorgio e la Sinagoga Ben Ezra.

Per gli organizzatori lo scopo è incentivare il muturo rispetto tra i credenti delle tre religioni, soprattutto fra i giovani.

Il programma musicale vede in pista diversi gruppi egiziani che si esibiscono in danze tradizionali come la Tahtheeb, un’antica arte marziale egiziana con i bastoni.

Aya Alaa, organizzatrice:
“Qui troverete una mescolanza di persone di diverse religioni, musulmani e cristiani. Abbiamo visitato questi templi e appreso nuove cose sull’ebraismo”.

Fra gli altri momenti clou del festival il concerto di
“Nuba Nour”, un collettivo di cantanti e musicisti che si esibiscono con i loro strumenti tradizionali. Si tratta di strumenti musicali che risalgono all’artigianato delle montagne di Nuba nel sud dell’Egitto dove presero piede importanti tradizioni artistiche.

Il Mawlawiyah è giunto alla fine del festival col cantante sufi Amer Eltony che è un pioniere della danza egiziana Mawlawiyah Sufi nota come “Tanoura danza”.

Tanoura è un ballo popolare d’Egitto spesso eseguito nei festival sufi egiziani in cui si vedono roteare i ballerini per ore sul palco. E’ una forma di elevazione spirituale che serve a liberare le anime dalle emozioni terrene.