ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Ligny (Belgio) per la ricostruzione storica dell'ultima vittoria di Napoleone

Migliaia di spettatori hanno assistito domenica in Belgio alla ricostruzione della campagna di Ligny, ultima vittoria sul campo di Napoleone prima

Lettura in corso:

A Ligny (Belgio) per la ricostruzione storica dell'ultima vittoria di Napoleone

Dimensioni di testo Aa Aa

Migliaia di spettatori hanno assistito domenica in Belgio alla ricostruzione della campagna di Ligny, ultima vittoria sul campo di Napoleone prima della disfatta di Waterloo.

È un piccolo paesino belga dove 200 anni fa il conquistatore francese s’impose per l’ultima volta.

È in questi campi che 1500 appassionati, vestiti con abiti storici hanno ricostruito la battaglia su di un campo di 10 ettari.

“Quando Napoleone arriva in Belgio sono tre mesi che cerca di riconquistare il suo impero lottando contro inglesi, olandesi e prussiani che spera di battere separatamente. Qui a Ligny sono questi ultimi che battono in ritirata”, ci racconta la nostra inviata.

“20.000 uomini restano sul terreno”, dice uno storico, “in sei ore di battaglia vuol dire un caduto al secondo. Napolone però li ha respinti e ricacciati indietro. Non li ha sconfitti”.

Appena due giorni dopo quegli stessi corpi si prendono la rivincita a Waterloo dando il colpo di grazia all’imperatore, al fianco degli anglo-olandesi. È la fine dell’epopea napoleonica.

Dice Frank Samson, l’attore che impersona Napoleone Bonaparte: “È il piacere di vivere la storia. Siamo amici oggi e non ci massacriamo più, ma è una maniera di rievocare gli elementi storici”.

Fra pochi giorni saranno 5200 i figuranti a rievocare invece la battaglia di Waterloo.