ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Via il dollaro dello Zimbabwe, tasso di cambio choc a causa dell'iperinflazione

Lettura in corso:

Via il dollaro dello Zimbabwe, tasso di cambio choc a causa dell'iperinflazione

Dimensioni di testo Aa Aa

‘Volete scambiare 35 milioni di miliardi di dollari dello Zimbabwe con 1 dollaro americano?’ La proposta è quella che, da lunedì, gli istituti di credito del Paese africano faranno ai correntisti, in base al tasso di cambio fissato dalla banca centrale. Per la cronaca, quest’ultima sta soltanto eseguendo gli ordini del governo, il cui obiettivo finale è ritirare dalla circolazione una valuta che è ormai carta straccia.

Difficile che qualcuno senta la mancanza del dollaro dello Zimbabwe: gli abitanti hanno iniziato a utilizzare valute straniere come il dollaro ed il rand sudafricano nel 2009, dopo che l’iperinflazione aveva raggiunto livelli del 500.000.000.000%.

Senza contare che l’attuale dollaro dello Zimbabwe è già una versione “appesantita” di quello vecchio: davanti a immagini che a tutti hanno ricordato la Repubblica di Weimar (persone in coda con sacchi di plastica pieni di banconote per comprare generi di prima necessità) il governo aveva fissato nel 2008 un cambio uno a 10 miliardi. Ciò significa, sottolineano gli esperti, che il tasso di inflazione effettivo ha ben 25 zeri.