ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Possibile svolta sulla crisi greca: sabato nuovi colloqui a Bruxelles

Una delegazione di Atene presenterà nuove proposte per rilanciare i negoziati. Tsipras e Juncker hanno discusso al telefono i prossimi passi

Lettura in corso:

Possibile svolta sulla crisi greca: sabato nuovi colloqui a Bruxelles

Dimensioni di testo Aa Aa

Una delegazione del governo greco volerà sabato a Bruxelles, per sottoporre nuove proposte, mirate a sbloccare lo stallo con i suoi creditori internazionali. A darne notizia fonti dello stesso esecutivo ellenico, che parlano di ottimismo per “un accordo mai considerato così vicino”. L’ipotesi di una svolta sembra accreditata da un colloquio telefonico in cui il premier Tsipras e il presidente della Commissione Europea Juncker avrebbero discusso delle iniziative da intraprendere per rilanciare i negoziati.

Alla piazza – che giovedì era tornata a manifestare ad Atene contro la prospettiva di nuove misure di austerity per accontentare i creditori internazionali – il Ministro delle finanze Varoufakis aveva replicato, escludendo qualsiasi taglio a stipendi e pensioni.

La notizia del rilancio dei negoziati è arrivata al termine di una convulsa giornata, in cui Bruxelles e Berlino si erano mostrate sempre più spazientite. Portavoce dell’irritazione di Bruxelles, il presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem aveva parlato di “congelamento delle trattative fino a nuove e ragionevoli proposte” e giudicato “inaccettabile” il rifiuto da parte di Atene delle soluzioni emerse dai colloqui con Tsipras e il presidente della Commissione europea Juncker.

Proprio Juncker si era invece già mostrato più possibilista, preannunciando che le trattative sarebbero riprese, ma sottolineando che “la palla è ormai in campo greco”. A fargli eco la cancelliera tedesca Angela Merkel, che aveva sollecitato un’assunzione di responsabilità da parte del governo ellenico, dicendo che “se c‘è la volontà, c‘è anche una soluzione”.