ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ottimismo di Seul sulla MERS: "I numeri crescono, ma il peggio è passato"

Isolati due interi ospedali con personale e pazienti. 11 vittime, 126 contagi e quasi 3700 persone in quarantena gli ultimi numeri

Lettura in corso:

Ottimismo di Seul sulla MERS: "I numeri crescono, ma il peggio è passato"

Dimensioni di testo Aa Aa

L’aumento di vittime, pazienti in quarantena e nuovi contagi trasforma in lotta contro i mulini a vento l’appello alla calma di Seul sull’epidemia di Coronavirus.

La precauzione ha indotto a decretare il completo isolamento di due ospedali della capitale sudcoreana con oltre 130 persone all’interno, ma le autorità si dicono ottimiste.

Esponenti del Ministero della Sanità hanno convocato esperti dall’Arabia Saudita, dove per primo il virus si era manifestato nel 2012, per consultazioni sulle strategie da adottare.

Per sabato sono attesi i risultati di uno studio della situazione, realizzato da una delegazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Nonostante quattro nuovi casi e ormai quasi 3.700 persone in quarantena, le 11 vittime e i 126 contagi fanno dire alle autorità sudcoreane che il “picco di mortalità” è passato.

Con disinfestazioni senza sosta si prova intanto a restituire fiducia a una popolazione che, disertando cinema e luoghi pubblici, aggrava sempre più lo stato di un’economia, già malata di “panico da Coronavirus”.