ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Capa a colori", una mostra inedita a Budapest

Lettura in corso:

"Capa a colori", una mostra inedita a Budapest

Dimensioni di testo Aa Aa

Robert Capa a colori. Lo sanno in pochi, ma il fondatore dell’agenzia Magnum non ha scattato nella sua carriera solo istantanee in bianco e nero. E i

Robert Capa a colori. Lo sanno in pochi, ma il fondatore dell’agenzia Magnum non ha scattato nella sua carriera solo istantanee in bianco e nero.

E i colori di Capa esplodono per la prima volta in Europa in una mostra, non a caso a Budapest. È qui infatti che Endre Friedmann, vero nome di uno dei più grandi fotogiornalisti della storia, venne al mondo nel 1913.

Ed è qui che scopriamo che Capa usò regolarmente il colore a partire dal 1940: solo un po’ all’inizio della seconda guerra mondiale, e sempre più spesso nel dopoguerra. Una produzione dimenticata perché per la maggior parte non è mai stata pubblicata, vista e nemmeno studiata.

La mostra “Capa a colori” include famosi ritratti di celebrità come Humphrey Bogart, Pablo Picasso, Ernest Hemingay, Ingmar Bergman e Roberto Rossellini.

Ma anche scatti che mettono in scena la vita di tutti i giorni di gente ordinaria ed esotica in tutto il mondo. Immagini ben diverse dai reportage di guerra che siamo abituati a vedere e che hanno dominato i primi anni della carriera di Capa.

Un mondo tutto da scoprire, in un’esposizione aperta al pubblico a Budapest fino al 20 settembre.