ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, prove di coalizione per il nuovo governo

La Turchia cerca nuovi equilibri politici dopo le elezioni di domenica scorsa. Tutte le formazioni politiche si dichiarano pronte a tessere alleanze

Lettura in corso:

Turchia, prove di coalizione per il nuovo governo

Dimensioni di testo Aa Aa

La Turchia cerca nuovi equilibri politici dopo le elezioni di domenica scorsa. Tutte le formazioni politiche si dichiarano pronte a tessere alleanze per una coalizione di governo, ma ancora nessuno ha veramente scoperto le carte. Il presidente Recep Tayyp Erdogan è alla sua prima apparizione pubblica dopo che il suo partito ha perso la maggioranza assoluta.

“Tutti – ha detto – dovrebbero mettere da parte il proprio ego per formare un nuovo governo il più presto possibile nell’ambito della costituzionale e questo nella consapevolezza che la continuità è un imperativo per lo Stato”.

Il partito curdo Hdp, reduce da un grande successo elettorale, incassa la dichiarazione della formazione paramilitare curda Pkk che si dichiara pronta ad abbandonare le armi.

“Non faremo alcun commento – ha dichiarato il leader Demirtas – prima di aver sondato tutte le opportunità per una coalizione. Ma riguardo a una coalizione con l’Akp, confermiamo il nostro no. Ne valuteremo altre”.

Un’alleanza tra il partito islamico moderato Akp al potere da 13 anni e i repubblicani del Chp sarebbe ben vista dai Paesi occidentali nel senso di una più spiccata collocazione laica della Turchia; anche se è più probabile che l’Akp cercherà una sponda dai nazionalisti di destra dell’Mhp.