ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Atene in piazza contro nuovi tagli, prosegue il difficile negoziato con l'Europa

Atene protesta contro ulteriori misure di austerità davanti al ministero delle Finanze. I membri del sindacato PAME, legato al partito comunista

Lettura in corso:

Atene in piazza contro nuovi tagli, prosegue il difficile negoziato con l'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Atene protesta contro ulteriori misure di austerità davanti al ministero delle Finanze. I membri del sindacato PAME, legato al partito comunista, hanno anche occupato la sede del dicastero. Gli slogan sono contro la trattativa con l’Europa e il premier Tsipras, ritratto in alcuni manifesti accanto agli ex premier George Papandreou e Antonis Samaras.

“Il premier parla di un’evoluzione positiva dell’accordo e le sue parole suonano come una dichiarazione di guerra ai lavoratori”, dice una dei dimostranti che chiedono al governo di non tagliare le pensioni come previsto dal piano dell’Unione Europea.

Bruxelles ha rispedito ancora una volta ad Atene le proposte, “inaccettabili” perché lontane dalle promesse fatte da Tsipras. L’intesa all’Eurogruppo si potrebbero giocare ora sull’avanzo primario. Il premier ellenico sarebbe disposto a fare delle concessioni, ma ai creditori chiede di aprire a una ristrutturazione del debito.

La Merkel sembra intenzionata a restare salda sulle sue posizioni. Il tempo stringe e ad arroventare il clima ci ha pensato anche l’agenzia di rating Standard&Poors che ha declassato Atene avvertendo: ‘‘Senza un accordo farà default nel giro di 12 mesi.’‘