ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Stati Uniti: si dimette il poliziotto filmato mentre aggrediva ragazza nera

Ha rassegnato le dimissione l’agente Eric Casebolt di McKinney, in Texas. Il poliziotto era stato travolto dalla critiche dopo la diffusione di un

Lettura in corso:

Stati Uniti: si dimette il poliziotto filmato mentre aggrediva ragazza nera

Dimensioni di testo Aa Aa

Ha rassegnato le dimissione l’agente Eric Casebolt di McKinney, in Texas. Il poliziotto era stato travolto dalla critiche dopo la diffusione di un filmato che lo mostra mentre aggredisce una ragazza nera di quindici anni nel corso di un intervento della polizia in un party in piscina. In seguito all’accaduto, Eric Casebolt era stato sospeso dal servizio.

Point of view

Le azioni di Casebolt, come si vede nel video sui disordini nel party in piscina, sono indifendibili

“Le azioni di Casebolt, come si vede nel video sui disordini nel party in piscina, sono indifendibili. Le nostre politiche, la nostra formazione, la nostra pratica sono estranee al suo comportamento. Il filmato mostra che ha agito fuori controllo per tutta l’operazione’‘, ha detto il capo della polizia locale, Greg Conley.

Nel video girato il 5 giugno si vede Eric Casebolt buttare a terra con la forza Dajerria Becton. L’agente, 41 anni, ha tirato fuori la pistola d’ordinanza e costretto la giovane a stendersi al suolo. La polizia sarebbe intervenuta alla festa in seguito a una segnalazione dei vicini per rumori molesti.

Plaude alle dimissioni dell’agente la comunità afroamericana. Le immagini avevano scatenato un’onda di indignazione e proteste.

In migliaia erano scesi in strada a McKinney, vicino Dallas, per protestare contro la polizia. ‘‘Il colore della mia pelle non è un crimine”: era stato uno degli slogan della marcia.