ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mutamenti climatici: obiettivi e raccomandazioni

Governi, organizzazioni internazionali e Ong hanno stabilito degli obiettivi sulla riduzione delle emissioni di Co2. Gli obiettivi del G7 sono gli

Lettura in corso:

Mutamenti climatici: obiettivi e raccomandazioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Governi, organizzazioni internazionali e Ong hanno stabilito degli obiettivi sulla riduzione delle emissioni di Co2.

Gli obiettivi del G7 sono gli stessi delle Nazioni Unite e seguono le indicazioni del IPCC, il Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici. Questi obiettivi sono condivisi anche da diverse Ong, che tuttavia ne chiedono l’attuazione cinquant’anni prima.

Emissioni di Co2

G7
I Paesi membri del G7 si impegnano ad abbandonare i combustibili fossili entro il 2100 e a ridurre le emissioni di Co2 al fine di limitare l’innalzamento delle temperature globali a 2 gradi rispetto all’era pre-industriale.

Unione europea
L’accordo quadro dell’Ue sul clima per il 2030 prevede di arrivare al 27% di rinnovabili e di ridurre le emissioni di Co2 del 40 per cento. Entro il 2050, le emissioni dovranno essere ridotte dell’80 per cento. Parte di questi obiettivi dovranno essere raggiunti migliorando l’efficienza energetica.

Cina
Pechino si impegna a tagliare le emissioni di Co2 al più tardi a partire dal 2030, data entro la quale vuole portare le rinnovabili al 20 per cento.

USA
Entro il 2025, Washington si pone l’obiettivo di tagliare le emissioni di Co2 del 26-28 per cento rispetto ai livelli del 2005. Punta al 20% di energie non derivate da combustibili fossili entro il 2030.

Onu e Banca Mondiale
Raccomandano di raddoppiare l’efficienza energetica; portare le energie rinnovabili al 60% del mix energetico globale entro il 2030, all’80% entro il 2050 e al 90% entro il 2100; abbandonare i combustibili fossili entro il 2100.

IPCC Raccomanda di portare le rinnovabili dall’attuale 30% all’80% nel mercato elettrico entro il 2050 e abbandonare i combustibili fossili entro il 2100.

RAC-F Réseau action climat France, membro del comitato di organizzazioni ambientaliste Climate Action Network
Sollecita una riduzione delle emissioni globali di Co2 compresa tra il 40% e il 70% entro il 2050; emissioni zero entro il 2100.

Climate Action Network
Raccomanda di puntare al 100% di energie rinnovabili entro il 2050 e di tagliare le emissioni di Co2 a partire dal 2016

Greenpeace
Sollecita una riduzione delle emissioni di Co2 a partire dal 2016, emissioni zero e addio ai combustibili fossili entro il 2050

Friends of the Earth Secondo Amici della Terra, l’Europa dovrebbe puntare a un taglio delle emissioni entro il 2030 compreso tra il 60% e l’80% rispetto ai livelli del 1990. L’organizzazione sostiene l’obiettivo di arrivare al 100% delle rinnovabili entro il 2050 e di dimezzare il consumo energetico entro il 2030.

Oxfam
Secondo l’Oxfam, l’80% delle riserve di combustibili fossili non dovrebbero essere sfruttate.

Emissioni di Co2 per fonte di energia

Consumo di combustibili fossili

Energie rinnovabili in percentuale