ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni in Turchia: il voto all'estero come ago della bilancia

I turchi all’estero hanno già consegnato alle urne la loro scelta per le legislative di domenica. Dei 2 milioni e 800 mila elettori che risiedono

Lettura in corso:

Elezioni in Turchia: il voto all'estero come ago della bilancia

Dimensioni di testo Aa Aa

I turchi all’estero hanno già consegnato alle urne la loro scelta per le legislative di domenica. Dei 2 milioni e 800 mila elettori che risiedono fuori dalla Turchia, avrebbero votato circa 1 milione e 30 mila.

Le urne sono state sistemate in 54 paesi per un voto considerato un banco di prova per il partito del presidente Recep Tayyip Erdogan. In Germania, dove vive circa la metà della comunità turca fuori dalle frontiere nazionali, è stato possibile votare già a partire dall’otto maggio.

Non è la prima volta che i cittadini turchi residenti all’estero possono votare, è già successo per le elezioni presidenziali dello scorso agosto, dove ha votato meno del dieci per cento della comunità. Il voto fuori dai confini nazionali può fare da ago della bilancia rispetto al risultato finale, per questo l’ultima campagna elettorale all’estero dei candidati è stata molto più attiva rispetto al passato.