ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cuba, "coccodrilli della Guerra Fredda" in attesa di essere rimessi in libertà

Ne hanno fatta di strada questi cuccioli di coccodrillo: dalla Svezia a Cuba, loro terra di origine, dove saranno presto rimessi in libertà per

Lettura in corso:

Cuba, "coccodrilli della Guerra Fredda" in attesa di essere rimessi in libertà

Dimensioni di testo Aa Aa

Ne hanno fatta di strada questi cuccioli di coccodrillo: dalla Svezia a Cuba, loro terra di origine, dove saranno presto rimessi in libertà per ripopolare una specie che rischia l’estinzione sull’isola caraibica.

All’interesse animalista, si unisce la volontà di tenere viva una storia di tutto rispetto. I cuccioli sono nati da una coppia di coccodrilli cubani che nel 1970 Fidel Castro donò al cosmonauta sovietico Vladimir Shatalov, in segno di amicizia tra le due nazioni comuniste.

“Fidel deve essere sorpreso che il regalo fatto a un amico abbia dato questo risultato: credo che sia molto contento”, afferma un veterinario del parco cubano dove i rettili sono tenuti in quarantena.

Per la cronaca, Shatalov si occupò dei coccodrilli fino a quando, ormai adulti, decise di affidarli a uno zoo. Quello di Mosca non era attrezzato e così finirono a Stoccolma. Ora, questi figli della Guerra Fredda sono a casa.