ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Georgia, patria del piú antico vino del mondo

Lettura in corso:

Georgia, patria del piú antico vino del mondo

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli archeologi lavorano con fatica in questo scavo di Imiri, nella Georgia sud-orientale. Gli scienziati ritengono che il sito contenga reperti che

Gli archeologi lavorano con fatica in questo scavo di Imiri, nella Georgia sud-orientale.

Gli scienziati ritengono che il sito contenga reperti che una volta per tutte potrebbero dimostrare che la Georgia è il paese con la produzione vinicola più antica al mondo.

Ottomila anni fa, durante l’era neolitica, allevamento e agricoltura erano molto fiorenti nei tre villaggi che ora compongono il complesso di rovine di Shulaveri, nella valle di Marneuli.

Uno dei prodotti che veniva coltivato e raccolto era l’uva per fare il vino.

Stephen Batiuk, Università di Toronto, Canada:
“Qui, di significativo c‘è il fatto che siano stati trovate resti delle prime uve coltivate, probabilmente utilizzate nella prima produzione di vino. Un vaso di vino fu scoperto nel Shulaveri, a testimoniare anche l’inizio di una produzione vinicola. Ma, pensiamo che qui potrebbe essere nata la produzioone di vino ancor prima, facendo risalire a questo luogo l’attività vinicola di tutta la Georgia dal 6.000 aC.”

David Lordkipanidze, direttore del Museo Nazionale della Georgia:
“Lo scopo di questo progetto è ripercorrere la storia dell’agricoltura. Non solo per il vino di cui qui abbiamo trovato tracce di vinificazione molto antica, ma anche per capire come venissero trattate le erbe e altri tipi di prodotti agricoli. Per dimostrare che il Caucaso e la Georgia facevano parte di questo grande territorio geografico, soprannominato Mezzaluna Fertile (Fertile Crescent), dove si trovano le prime tracce di agricoltura, che da qui iniziarono probabimente a diffondersi nelle prime civiltà”.

La Mezzaluna Fertile è una striscia di terra che si estende dall’Egitto superiore alla Mesopotamia, l’attuale zona di Iraq, Kuwait e Siria nord-orientale.

Conosciuta come la “Culla della Civiltà” si pensa possa essere stata la precoce culla dell’agricoltura e della moderna civiltà.

In Georgia si trovano più di 500 varietà d’uva. L’esportazione del vino rappresenta il 5% degli scambi totali. Secondo la Georgian Wine Agency, dal 1 gennaio al 30 settembre 2014, sono stati esportati 42,8 milioni di bottiglie di vino verso 39 diversi paesi di tutto il mondo.