This content is not available in your region

Immigrazione: da Francia no a quote

Access to the comments Commenti
Di Daniela Castelli
Immigrazione: da Francia no a quote

<p>Sempre piú divisione in Europa sul nodo quote della nuova agenda sull’immigrazione della Commissione europea presentata mercoledí scorso dall’alto rappresentante per gli Affari esteri, Federica Mogherini. </p> <p>Il premier francese Manuel Valls a Mentone, durante una visita alla frontiera franco-italiana con il ministro dell’Interno Bernard Cazeneuve, si dichiara contrario. </p> <p>Manuel Valls, premier francese: <br /> “L’asilo è un diritto, attribuito secondo i criteri internazionali, applicati da tutti gli Stati membri dell’UE. Questo è il motivo per cui il numero dei suoi beneficiari non può essere soggetto a quote. Quindi o sei un richiedente asilo o non lo sei e se non lo sei, vieni scortato alla frontiera ‘.</p> <p>A dire no al piano dopo Gran Bretagna, Repubblica Ceca e Slovacchia c‘è dunque anche la Francia. </p> <p>La nuova agenda della Commissione Ue sul’immigrazione si fonda su quattro pilastri: ridurre gli incentivi alla migrazione irregolare, gestire e rendere sicure le frontiere esterne della Ue, proteggere i richiedenti asilo e creare una nuova politica della migrazione legale. </p> <p>Intanto, da lunedì 850 migranti, provenienti principalmente dal Corno d’Africa, che sono stati controllati dalla polizia sui treni provenienti dall’Italia alla frontiera franco-italiana; sabato più di 400 migranti sono sbarcati a Messina: tra loro 136 donne e circa 16 bambini, salvati mentre cercavano di attraversare il Mediterraneo dalla Libia verso l’Europa.</p>