ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

SOS Antartide. A rischio scomparsa anche la piattaforma di ghiacco Larsen C

Lettura in corso:

SOS Antartide. A rischio scomparsa anche la piattaforma di ghiacco Larsen C

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ allarme surriscaldamento globale. Questa è la Larsen C, una delle più grandi piattaforme di ghiaccio dell’Antartide. Studi forniti dal British

E’ allarme surriscaldamento globale. Questa è la Larsen C, una delle più grandi piattaforme di ghiaccio dell’Antartide. Studi forniti dal British Atlantic Survey, mediante osservatori satellitari, dimostrano un’importante dimunizione della superificie. Le altre due banchise Larsen A e B hanno iniziato il loro disgelamento nel 1995 e 2002.

Con il passare degli anni, sia la prima che la seconda si sono totalmente disintegrate. Il pericolo è che anche la terza piattaforma di ghiaccio scompaia del tutto. Provocando così un notevole innalzamento del livello degli oceani.

“Quando si sono sciolte Larsen A e B i ghiacciai dietro di loro hanno iniziato a far aumentare in modo significativo il livello del mare nell’Antartide. Larsen C è la banchisa più grande e se dovesse sciogliersi del tutto nei prossimi decenni assisteremmo a un innalzamento del livello del mare entro il 2100. di circa 50 cm. Un fenomeno che riguarderà tutto il pianeta e causerà problemi per le città costiere e pianeggianti”, fa notare il Professore David Vaughan ricercatore alla British Antarctic Survey.

La Piattaforma di ghiaccio Larsen C prende il nome dal capitano Carl Anton Larsen, il comandante della baleniera norvegese Jason, che ha navigato nell’Antartide nel 1893.

I risultati ottenuti finora spiegano che l’assottigliamento continuo delle piattaforme di ghiaccio fino al distaccamento totale potrebbe raggiungere livelli di pericolosità estrema per l’equilibrio dell’ecosistema terrestre.

Nella Penisola Antartica la temperatura è salita negli ultimi 50 anni di 2,5 gradi, il doppio rispetto al resto del mondo. Gli effetti del surriscaldamento, secondo scienziati ed esperti, sono preoccupanti: ci sarà un incremento di precipitazioni e inondazioni, siccità e forti ondate di calore.