ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kiev festeggia il Giorno della Vittoria, Poroshenko: "Fuori gli occupanti''

A Kiev si è celebrato in tono minore il 70esimo anniversario della vittoria sulla Germania nazista. Il presidente Poroshenko ha deposto dei fiori

Lettura in corso:

Kiev festeggia il Giorno della Vittoria, Poroshenko: "Fuori gli occupanti''

Dimensioni di testo Aa Aa

A Kiev si è celebrato in tono minore il 70esimo anniversario della vittoria sulla Germania nazista. Il presidente Poroshenko ha deposto dei fiori alla tomba del milite Ignoto nel parco di Gloria. Nell’Ucraina del dopo-Maidan che prende le distanze da Mosca, la data simbolo della fine della Seconda Guerra Mondiale è stata festeggiata per la prima volta in anticipo l’otto maggio come in Europa.

Poroshenko nel suo discorso ha denunciato l’occupazione dell’Est del Paese: “Sconfiggeremo gli occupanti. Ho fatto, sto facendo e farò tutto quello che è possibile e anche quello che è impossibile perché la pace torni in Ucraina. Ci credo ed è questo il regalo che voglio fare al mio popolo”.

Nell’autoproclamata Repubblica di Donetsk, nell’Est dell’Ucraina, i separatisti filorussi hanno celebrato a modo loro la vittoria alleata nella Seconda guerra mondiale. In 1.500 hanno sventolato bandiere rosse con la falce e il martello e immagini di Stalin. I ribelli hanno anche esibito carri armati e sistemi antiaerei, gli stessi utilizzati contro l’esercito ucraino.

“È una festa sacra per me. Il mio bisnonno è morto difendendo la Patria, ora mio marito sta difendendo la stessa cosa. Per me significa tutto’‘, dice una signora.

Nell’Est del Paese i combattimenti si sono intensificati in vista delle celebrazioni. Due soldati ucraini sono stati uccisi e 26 sono rimasti feriti nel corso delle ultime 24 ore.