ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vignette su Maometto: Fbi indaga su legami attentatori Garland

L’Fbi indaga sulla vita, le frequentazioni, i possibili legami con gruppi terroristici internazionali dei due attentatori di Garland, in Texas

Lettura in corso:

Vignette su Maometto: Fbi indaga su legami attentatori Garland

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Fbi indaga sulla vita, le frequentazioni, i possibili legami con gruppi terroristici internazionali dei due attentatori di Garland, in Texas, uccisi dagli agenti dopo un breve scontro armato fuori dal centro che ospitava un concorso di caricature su Maometto.

All’indomani di quella che, secondo le autorità americane, sarebbe potuta essere una strage, l’America torna a sentire la minaccia delle cellule dormienti. Ma la comunità musulmana condanna e prende le distanze da chi agisce in nome dell’Islam.

“Su 100.000 musulmani che vivono nell’area di Dallas non ce n‘è uno soltanto che sia andato al centro conferenze di Garland a protestare. Hanno ignorato l’intera vicenda. In seno alla comunità musulmana c‘è rispetto per la libertà d’espressione” ha detto in conferenza stampa Azhar Azeez, Presidente della Società Islamica Nord-Americana.

“Iniziativa Americana per la Difesa delle Libertà” era questo il nome dell’evento organizzato da Pamela Geller, attivista anti-islamica, evento cui ha preso parte anche il leader dell’estrema destra olandese Geert Wilders.

“Non esistono giustificazioni per questi attacchi, nemmeno un evento anti-Islam” dice il Direttore del Consiglio per le relazioni Islamico-Americane Ibrahim Hooper. “Anche dei bigotti anti-musulmani come Pamela Geller, Robert Spencer o Geert Wielders hanno il diritto di dar voce al loro odio e al loro fanatismo. Noi abbiamo il diritto di sfidare, in modo pacifico, la loro posizione bigotta”.

L’evento organizzato dall’associazione di Geller prevedeva un premio da 10.000 dollari per la miglior vignetta su Maometto. La stessa cifra che era stata spesa per garantire la sicurezza.