ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nepal, ''Una distruzione assoluta'': il racconto a euronews del sismologo Lekkas

‘‘L’energia prodotta dal sisma in Nepal è stata 700 volte superiore a quella di Hiroschima’‘: lo dice a Euronews Efthimios Lekkas, professore di

Lettura in corso:

Nepal, ''Una distruzione assoluta'': il racconto a euronews del sismologo Lekkas

Dimensioni di testo Aa Aa

‘‘L’energia prodotta dal sisma in Nepal è stata 700 volte superiore a quella di Hiroschima’‘: lo dice a Euronews Efthimios Lekkas, professore di geologia presso l’Università di Atene, uno dei massimi esperti di sismologia. Prima che in Nepal, si è recato nel 2010 ad Haiti dopo lo tsunami e nel 2004 in Thailandia devastata dal terremoto.

Point of view

A Kathmandu abbiamo trovato una distruzione assoluta. Diversi quartieri della capitale sono venuti giù

“A Kathmandu abbiamo trovato una distruzione assoluta. Diversi quartieri della capitale sono venuti giù. Quando siamo arrivati, le squadre di soccorso stavano iniziando le operazioni”, dice Efthimios Lekkas.

Il sisma di magnitudo 7,9 del 25 aprile ha raso a suolo il Nepal seminando morte: oltre 7.500 morti e 14.530 feriti. Non esiste alcuna valutazione per i dispersi, che dovrebbero essere ancora migliaia.

“La gente ha molta paura, per cui le prime settimane o mesi dormiranno all’aperto e non si avvicineranno alle loro case. In oltre molte persone stanno abbandonando Kathmandu, ci sono chilometri di code di persone che aspettano gli autobus per andare fuori della capitale”, aggiunge il professore.

Secondo le Nazioni Unite il sisma ha danneggiato oltre 600mila case in tutto il Paese. Otto milioni i nepalesi colpiti, di cui 2 milioni hanno bisogno di tende, cibo, acqua e medicine.

“Chi vive in Nepal è, in generale, un sopravvissuto ed è abituato a vivere in condizioni difficili. Si tratta di una regione montuosa, la più montuosa del pianeta. La gente riesce a vivere con un poche cose, a non avere bisogno di molto’‘, conclude Lekkas.

Proseguono le operazioni di soccorso per riuscire a raggiungere i villaggi ancora isolati e portare aiuto. Sul governo nepalese sono cadute una montagna di critiche per la disorganizzazione e i ritardi nel consegnare gli aiuti in arrivo da tutto il mondo.