ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Judo, Grand Prix Zagabria: la prima volta di Shavdatuashvili

Quattro le medaglie d’oro assegnate nella seconda giornata del Grand Prix di judo di Zagabria. Cominciamo con gli uomini. Nella categoria sotto i 73

Lettura in corso:

Judo, Grand Prix Zagabria: la prima volta di Shavdatuashvili

Dimensioni di testo Aa Aa

Quattro le medaglie d’oro assegnate nella seconda giornata del Grand Prix di judo di Zagabria. Cominciamo con gli uomini. Nella categoria sotto i 73 chilogrammi a imporsi è stato Lasha Shavdatuashvili.

Il georgiano, oro olimpico a Londra 2012 nella categoria sotto i 66 chilogrammi, ha ottenuto la sua prima vittoria in un Grand Prix battendo in finale il mongolo Khashbaatar con un doppio waza-ari.

“Questa vittoria – ha detto Shavdatuashvili dopo il combattimento – ricompensa tutti gli sforzi che ho dovuto fare dopo il cambio di categoria. Aspettavo da tanto tempo questa medaglia”.

Dominio ungherese nella categoria sotto gli 81 chili, dove Szabolcs Krizsan ha battuto in finale il connazionale Csoknyai Laszlo. Combattimento equilibrato e deciso dalle penalità: solo una per Krizsan contro le tre dell’avversario.

Passiamo alle donne. Vittoria di Tina Trstenjak nella categoria sotto i 63 chilogrammi. In finale la slovena ha piegato la francese Clarisse Agbegnenou, campionessa del mondo in carica. Per la Trstenjak si tratta del primo successo in carriera contro la francese, che aveva sempre vinto nei tre precedenti.

Chiudiamo con la categoria sotto i 70 chili, dove l’israeliana Linda Bolder ha bissato la vittoria ottenuta nel Grand Prix di Samsun battendo con un osaekomi la britannica Sally Conway.