ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Regno Unito, Tories e Laburisti gomito a gomito a una settimana dal voto

L’unica certezza è che non ci sono certezze su quale, tra i leader dei due maggiori partiti britannici, si imporrà alle legislative di giovedì

Lettura in corso:

Regno Unito, Tories e Laburisti gomito a gomito a una settimana dal voto

Dimensioni di testo Aa Aa

L’unica certezza è che non ci sono certezze su quale, tra i leader dei due maggiori partiti britannici, si imporrà alle legislative di giovedì prossimo.

Il premier uscente David Cameron ha fatto meglio del suo rivale laburista Ed Miliband nell’ultimo question time televisivo, rispondendo alle domande del pubblico.

Ma i sondaggi vedono Tories e Laburisti gomito a gomito in una sfida che, con buona probabilità, sarà decisa dagli accordi con le formazioni minori nelle settimane successive al voto.

Miliband ha escluso ogni ipotesi di coalizione con lo Scottish National Party di Nicola Sturgeon.

Una scelta che potrebbe regalare la vittoria ai conservatori, ha ribattuto la leader degli indipendentisti scozzesi, che ha i sondaggi dalla sua e che ha incassato anche il sostegno dell’edizione scozzese del Sun. Quella inglese, invece, appoggia i Tories di Cameron.

“I quotidiani amano influire sulle scelte degli elettori – spiega John McLellan, della Scottish Newspaper Society – ma non vogliono stare con i perdenti. Devono quindi puntare sul cavallo vincente fin dall’inizio della corsa”.

Se il voto non darà una maggioranza assoluta, serviranno alleanze per governare. Ma non necessariamente in una coalizione. Anche un governo di minoranza è un’alternativa praticabile.