ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Prima missione compiuta: il quantitative easing stoppa la deflazione

Lettura in corso:

Prima missione compiuta: il quantitative easing stoppa la deflazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Obiettivo minimo già raggiunto: i prezzi dell’Eurozona hanno smesso di andare giù. Finiscono, dunque, gli alibi per rinviare acquisti e investimenti, che hanno alimentato negli ultimi mesi il rischio di spirale recessiva.

La variazione dell’area della moneta unica, come quella dell’Italia è a zero ad aprile su base annua. Rapida è stata la risalita dal punto più basso toccato a gennaio (-0,6%), grazie prima all’annuncio e poi alla messa in campo, da parte della Banca centrale europea, dell’arma del quantitative easing: febbraio -0,3%, marzo -0,1%, fino all’azzeramento di aprile.

Che ora deve continuare la sua opera, riportando l’inflazione attorno a quel 2%, livello dove la posiziona la missione dell’eurotower.

Se sul fronte prezzi i segnali sono quelli auspicati, su quello del lavoro no. Il tasso di disoccupazione è risultato fermo all’11,3% a marzo. Peggio fa l’Italia, che in barba alla partenza del jobs act, vede crescere quello interno al 13 per cento, con un incremento di 2 decimi di punto.

“I dati diffusi oggi dall’Istat, che attestano una diminuzione dell’occupazione a marzo, vanno letti in un quadro complessivo dove segnali positivi si incrociano con elementi di criticità tipici di una situazione economica ancora” ha commentato il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti.

Gli occupati sono calati dello 0,3%, con 59 mila unità in meno rispetto a febbraio, tornando sul livello di un anno fa. Il tasso di occupazione è calato al 55,5 per cento.

La disoccupazione giovanile è risalita oltre il 43%, con un aumento di 0,3 punti percentuali a quota 43,1%, dal 42,8% di febbraio. Si tratta del livello più alto da agosto scorso.

Tutt’altra storia in Germania, dove i dati dei centri per l’impiego di aprile mostrano un tasso stabile al 6,4%, con una diminuzione ulteriore dei senza lavoro di 8.000 unità. Il dato migliore dal dicembre del 1991.