ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Motociclisti pro-Putin indesiderati in diversi paesi europei

E alla fine i “lupi della notte” sono rimasti fuori dalla Polonia. Partiti da Mosca per raggiungere Berlino per celebrare il 70esimo anniversario

Lettura in corso:

Motociclisti pro-Putin indesiderati in diversi paesi europei

Dimensioni di testo Aa Aa

E alla fine i “lupi della notte” sono rimasti fuori dalla Polonia.

Partiti da Mosca per raggiungere Berlino per celebrare il 70esimo anniversario della vittoria dell’Armata Rossa contro i nazisti, una settantina di motociclisti si sono visti bloccare l’ingresso in Polonia. Troppa la tensione fra Varsavia e Mosca a causa della crisi ucraina.

Questo malgrado uno dei leader del gruppo abbia rivendicato come centinaia di motociclisti polacchi avrebbero sostenuto la manifestazione.

La cosa non è piaciuta a Mosca, ma il ministero degli Esteri polacco ha comunicato all’ambasciata che ai Lupi è stata negata l’entrata perché non sono state fornite indicazioni sufficienti sul tragitto, adducendo motivazioni di sicurezza.

I motociclisti vorrebbero anche attraversare anche Repubblica Ceca, Austria e Bielorussia, per giungere il 30 aprile a Berlino, anniversario della presa del Reichstag.

Frontiere chiuse anche in Slovacchia, che è sul loro percorso. La popolazione non vorrebbe vederli entrare.