ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Trapianto di testa? Un russo di trenta anni si candida a fare da cavia

Si chiama Valery Spiridonov, ha trent’anni e vive in Russia. Potrebbe essere lui il primo essere umano a sottoporsi a un trapianto completo della

Lettura in corso:

Trapianto di testa? Un russo di trenta anni si candida a fare da cavia

Dimensioni di testo Aa Aa

Si chiama Valery Spiridonov, ha trent’anni e vive in Russia. Potrebbe essere lui il primo essere umano a sottoporsi a un trapianto completo della testa.

Affetto dalla malattia di Werdnig-Hoffman, che causa la degenerazione delle cellule nervose che avvolgono i muscoli, Valery spiega perché ha offerto la sua disponibilità a fare da cavia..

“Sono consapevole della mia situazione. Una operazione del genere potrebbe permettermi di continuare a vivere più a lungo, oppure di farmi stare ancora peggio. Credo che insieme ai medici potremmo però generare altri dati scientifici, così da aiutare i medici che nel futuro potranno avere maggiore successo”.

Il primo a sostenere la fattibilità del trapianto della testa è stato il neurochirugo italiano Sergio Canavero, secondo cui ci sarebbero tutte le condizioni scientifiche e tecnologiche per risolvere i problemi conseguenti.

Nel mondo scientifico la posizione di Canavero tuttavia solleva critiche da diverse parti, e non manca chi sospetti una sofisticata campagna di comunicazione dietro la vicenda.