ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'elettronica intelligente

Lettura in corso:

L'elettronica intelligente

Dimensioni di testo Aa Aa

I dispositivi elettronici intelligenti sono sempre piu’ popolari, ma ricaricarli può risultare problematico. Scienziati sudcoreani hanno sviluppato

I dispositivi elettronici intelligenti sono sempre piu’ popolari, ma ricaricarli può risultare problematico. Scienziati sudcoreani hanno sviluppato un tessuto che puo’ fornire energia ad una vasta gamma di dispositivi. Basta toccare questo tessuto – noto come nanogeneratore triboelettrico – per alimentare dispositivi come un telecomando per auto o un comando per la luce. Il professor Kim Sang-Woo ha guidato la ricerca alla Sungkyunkwan University.

KIM SANG-WOO, RICERCATORE: “La gente cerca di eliminare l’elettricità statica nella vita quotidiana ma i tentativi di utilizzarla sono stati piuttosto limitati. Ecco perché abbiamo iniziato la ricerca, per usare l’elettricità statica come fonte energetica”.

Il tessuto è composto di fogli argentati rivestiti di gomma che combaciano con una pellicola di polimero organico. La ricerca dimostra che l’elettricità creata da questo attrito può alimentare luci, schermi ed altro.

KIM SANG-WOO: “Con questa energia, possiamo alimentare luci LED, monitor a cristalli liquidi, senza attingere a una fonte di alimentazione esterna, lo dimostrano i dispositivi a bassa potenza come i sensori”

Gli ideatori notano che il loro tessuto smart interessa a chi è sempre collegato a vari dispositivi.

KIM SANG-WOO: “Se le tecnologie per l’internet delle cose si sviluppano sempre più, diversi sensori potrebbero essere collegati alla pelle umana. Il tessuto può essere fonte di alimentazione indipendente per tali sensori.”

Il tesuto pieghevole è molto piu’ indossabile di una batteria rigida, quindi ricaricare il cellulare mentre si cammina potrebbe essere un soluzione non lontana.

Dal tessuto intelligente ai sensori intelligenti.Guardate come questo pavimento si accende mentre lo si calpesta. Ricercatori finlandesi della società VTT stanno sviluppando sensori “intelligenti” connessi all’ambiente per inviare informazioni direttamente a uno smartphone. Gli ideatori sostengono che i sensori possono essere utilizzati per l’illuminazione guidata, come antifurto e anche per sorvegliare un neonato.

ESA-MATTI SARJANOJA, RICERCATORE:
“Quello che osserviamo sono le rilevazioni di persone che camminano nel corridoio. Ci si basa sulle telecamere di sicurezza. Stiamo utilizzando le rilevazioni per controllare l’illuminazione nel corridoio in modo che possiamo guidare le persone dove stanno andando”.

La tendenza per la connessione al nostro ambiente con dispositivi intelligenti, conosciuti come l’Internet delle cose, è in rapida crescita. L’azienda dice che la tecnologia potrebbe essere utilizzata anche a scopi di sorveglianza. Per esempio, una lampada LED può essere messa in modalità antifurto, per il rilevamento dei movimenti da parte di intrusi in casa e l’invio di notifiche a un dispositivo intelligente H 24”

Un’altra applicazione investe sensori da mettere nella stanza di un neonato. Ed ecco il prototipo di ciucciotto per bambino che manda informazioni sulla temperatura del piccolo e non solo.

In un paese dove si ha l’abitudine di lasciare i bambini riposare all’aperto anche con temperature che rinfrescano il sistema dovrà essere adoperato in modo regolare.

SOLEDAD PERESIN, UTILIZZATRICE:
“Posso monitorare la sua temperatura, la temperatura corporea, la temperatura esterna in caso di improvviso abbassamento della colonnina. Posso andare e portarlo dentro e intanto il sitema mi fornisce anche le informazioni della pressione, della sua masticazione del ciuccitto per sapere se è sveglio o dorme o sta per svegliarsi”.

L’azienda che li produce è pronta a espandere l’uso dei suoi sensori intelligenti ad apparecchi d’ illuminazione con cambiamento di colore, oscuramento e le proprietà del beam-steering. Cosi’ i sensori sono utilizzati per una varietà di soluzioni d’illuminazione, da lampioni esterni a risparmio energetico fino alle regolazione automatica dell’illuminazione interna.