ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Salone dell'auto di Shanghai i produttori non temono frenate

Lettura in corso:

Salone dell'auto di Shanghai i produttori non temono frenate

Dimensioni di testo Aa Aa

Nonostante risenta del rallentamento dell’economia, il mercato dell’auto cinese rimane in pole position in termini di volumi. Lo sanno bene i grandi produttori stranieri, che al salone dell’auto di Shanghai scaldano i motori con un’ampia gamma di nuovi modelli.

A fronte di vendite cresciute solo del 3,9% nel primo trimestre, una frenata rispetto agli anni scorsi, le case come Renault-Nissan preferiscono vedere il serbatoio mezzo pieno: quest’anno le previsioni parlano di oltre 25 milioni di auto vendute.

Ma per fare soldi bisogna spendere soldi. A testimonianza arrivano le cifre degli investimenti in capacità produttiva in Cina. L’anno scorso hanno superato i 12 miliardi di dollari, più della metà del totale globale.

L’americana Ford, dopo aver inaugurato una fabbrica, ne ha comprata un’altra da un produttore locale. La connazionale GM e la tedesca Volkswagen puntano entrambe a raggiungere quota 5 milioni di auto prodotte l’anno.