ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cucina il robot chef

Lettura in corso:

Cucina il robot chef

Dimensioni di testo Aa Aa

Spesso la preparazione di un buon pasto richiede tempo e fatica. Tagliare, affettare, mescolare e poi cuocere. Perchè non immaginare che un robot

Spesso la preparazione di un buon pasto richiede tempo e fatica. Tagliare, affettare, mescolare e poi cuocere. Perchè non immaginare che un robot possa fare tutto per noi? Può sembrare inverosimile, ma questo futuro immaginario non è poi così lontano.

In realtà un cuoco robot che può possa preparare pasti di qualità in pochi minuti è stato sviluppato dagli ingegneri dalla britannica Moley Robotics. Il robot dispone di due mani completamente articolate. Strumenti in grado di riprodurre fedelmente i movimenti di una mano umana, per esempio quella di un cuoco professionista capace di cucinare prelibatezze con tutta l’abilità di un grande chef.

TIM ANDERSON, CHEF: “Se può imitare le mie mani puo’ imitare le mani di ogni cuoco, non c‘è motivo di credere che non possa fare qualsiasi cosa; impastare il pane, fare i sushi – tutte cose manuali. L’ambito del suo intervento è quasi infinito”.

Il robot puo’ imitare i movimenti di un essere umano grazie a guanti che ricalcano i movimenti.
Ogni movimento, per quanto minimo, può essere catturato dalla tecnologia motion-capture. In seguito, le azioni sono tradotte in movimento digitale grazie ad algoritmi speciali.

MARK OLEYNIK, FONDATORE MOLEY ROBOTICS: “Col modello di un movimento giusto il robot non si sbaglia. Cosi’ l’uomo mette in campo il processo creativo e il robot s’incarica delle operazioni noiose”.

Una versione del robot per il grande pubblico ad un prezzo accessibile sarà disponibile in due anni. Secondo gli ideatori se gli si può insegnare a cucinare non c‘è ragione che non possa suonare il pianoforte, imparare la carpenteria e chissà cos’altro.