ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Si vota in Finlandia, favoriti dai sondaggi i centristi di Sipilä

Tre anni di recessione non fanno bene al governo uscente: in Finlandia i sondaggi danno per acquisita la vittoria del partito centrista di Juha

Lettura in corso:

Si vota in Finlandia, favoriti dai sondaggi i centristi di Sipilä

Dimensioni di testo Aa Aa

Tre anni di recessione non fanno bene al governo uscente: in Finlandia i sondaggi danno per acquisita la vittoria del partito centrista di Juha Sipilä, che si è recato ai seggi di buon mattino. È accreditato del 25% dei consensi, in un paese in cui i sondaggi tendono a prevedere abbastanza correttamente l’esito finale.

È dato invece in caduta libero il partito conservatore, Coalizione Nazionale, guidato dal giovane Alexander Stubb, il cui esecutivo è accusato di eccesivo immobilismo. Una crisi che ricade anche sulle altre formazioni della coalizione di governo e che favorisce anche Timo Soini con il suo Partito dei Finlandesi, formazione euro-scettica e contraria all’immigrazione.

In un Paese il cui stato sociale suscita l’ammirazione di molti, è ormai largamente accettata l’idea dei tagli ai servizi per salvaguardare l’impiego:

“La priorità assoluta dovrebbe essere di non contrarre nuovi debiti e di procedere con i tagli di spesa, e di garantire il lavoro, di fare in modo che alla gente convenga lavorare piuttosto che stare a casa o esser disoccupati”, dice una votante.

Appare certo sin d’ora che il prossimo esecutivo sarà di coalizione, cosa abituale in Finlandia. L’accordo dato per probabile, benché a molti possa apparire politicamente complesso, è tra il Partito di Centro di Sipilä e il Partito dei Finlandesi di Soini.