ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Immigrazione: 20 rifugiati gravemente ustionati

Sono 47, tra cui 2 bambini, i migranti salvati mentre erano alla deriva su un’imbarcazione al largo di Lampedusa. Tra loro almeno una ventina sono

Lettura in corso:

Immigrazione: 20 rifugiati gravemente ustionati

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono 47, tra cui 2 bambini, i migranti salvati mentre erano alla deriva su un’imbarcazione al largo di Lampedusa.
Tra loro almeno una ventina sono ustionati, alcuni in gravissime condizioni. Le ferite risalgono a prima della traversata, mentre erano in un campo in Libia controllato dai trafficanti.

“Nel centro – dice Barbara Molinaro, portavoce dell’Alto Commissariato per i Rifugiati – è esplosa una bombola di gas che ha ucciso diverse persone. Molte altre sono rimaste ferite. Non sono potuti andare in ospedale e curarsi perché i trafficanti l’hanno impedito. In seguito sono stati caricati su una barca, che in realtà era un gommone. Quando sono arrivati i soccorritori erano alla deriva già da due giorni. L’imbarcazione era quasi sgonfia”.

I feriti sono ora in cura presso le strutture ospedaliere di Lampedusa mentre i più gravi sono stati trasportati con gli elicotteri nei centri Grandi Ustioni di Palermo e Catania.

Il resto del gruppo che non ha riportato ferite si trova nel centro di accoglienza dell’isola. Provengono soprattutto da Somalia e Eritrea. Hanno lasciato paesi in guerra, ma nella traversata hanno vissuto un inferno “che non si può spiegare”, dice un ragazzo sopravvissuto.

Salvo anche il piccolo tre mesi, di origine somala, a bordo di un mercantile su cui viaggiavano altri 92 migranti. I soccorritori sono intervenuti d’urgenza per trasportare il bimbo malato in ospedale, mentre la nave era già in rotta verso il Porto di Palermo.