ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucciso a Kiev giornalista filo-russo. Putin: dove sono i responsabili?

In Ucraina il secondo omicidio di matrice politica o presunto tale in due giorni. Il giornalista e scrittore Oles Buzina, 45 anni, noto per le

Lettura in corso:

Ucciso a Kiev giornalista filo-russo. Putin: dove sono i responsabili?

Dimensioni di testo Aa Aa

In Ucraina il secondo omicidio di matrice politica o presunto tale in due giorni. Il giornalista e scrittore Oles Buzina, 45 anni, noto per le posizioni filo-russe, è stato ucciso in pieno giorno nei pressi della sua abitazione, a Kiev.

Il giorno prima a cadere per mano di ignoti era stata un’altra figura dell’opposizione all’attuale governo, Oleh Kalashnikov, ex-deputato del Partito delle Regioni di Viktor Yanukovich.

Anton Gerashenko, consulente del Ministero dell’Interno: “Sono due omicidi molto simili. I killer hanno atteso la vittima all’entrata di casa. Sono stati omicidi ben pianificati. Una delle possibilità è che siano implicati i servizi segreti russi con lo scopo di dimostrare come qui in Ucraina si spara su cittadini filo-russi, critici nei confronti delle autorità locali”.

Il Presidente russo Vladimir Putin ha reagito agli eventi di Kiev durante la sua tredicesima Linea Diretta con il pubblico, l’incontro annuale dedicato al botta e risposta in cui ascolta le domande dei cittadini:

“L’omicidio dell’esponente d’opposizione Boris Nemtsov è stato una vergogna per il nostro Paese” ha detto “ma gli esecutori sono stati arrestati. In Ucraina, che pretende d’essere un Paese europeo e democratico, no. Dove sono i responsabili? Non si conoscono nè gli esecutori materiali nè i mandanti. E su questo si preferisce tacere sia in Europa che negli Stati Uniti”.

I due omicidi si inseriscono in una lunga serie di morti sospette – almeno 8 negli ultimi due mesi – ufficialmente catalogate come suicidi di ex-rappresentanti del Partito delle Regioni e vicini al vecchio regime di Kiev.