ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Stati Uniti: protestano i lavoratori dei fast food per 15 dollari l'ora

Obiettivo 15 dollari l’ora: per questo sono scesi di nuovo in strada a New York i dipendenti dei fast food. Il minimo salariale per i lavoratori del

Lettura in corso:

Stati Uniti: protestano i lavoratori dei fast food per 15 dollari l'ora

Dimensioni di testo Aa Aa

Obiettivo 15 dollari l’ora: per questo sono scesi di nuovo in strada a New York i dipendenti dei fast food. Il minimo salariale per i lavoratori del settore è al momento di 7,25 dollari l’ora. Il movimento è partito il giorno del Ringraziamento del 2012 quando poche centinaia di lavoratori dei fastfood statunitensi hanno scioperato a New York. La protesta è cresciuta e continua

“Stiamo lottando per 15 dollari l’ora e un sindacato. Stiamo combattendo per un salario minimo dingitoso,15 dollari è quello che ci serve e che meritiamo. Chiediamo un sindacato di categoria perché senza è difficile far rispettare regole che queste aziende ignorano”.

Mobilitazioni in decine di altre città degli Stati Uniti, per strada migliaia di lavoratori di McDonald’s e degli altri principali fast food. Seattle e San Francisco, dopo le proteste, hanno approvato per legge l’aumento del salario minimo a 15 dollari l’ora. Mc Donald’s ha annunciato aumenti delle retribuzioni orarie, ma solo nei negozi che non sono gestiti in franchising.