ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone: la giustizia dice no al riavvio dei reattori 3 e 4 della centrale di Takahama

In Giappone la giustizia ferma il riavvio dei reattori 3 e 4 della centrale nucleare di Takahama, dando ragione ai residenti della regione. Una Corte

Lettura in corso:

Giappone: la giustizia dice no al riavvio dei reattori 3 e 4 della centrale di Takahama

Dimensioni di testo Aa Aa

In Giappone la giustizia ferma il riavvio dei reattori 3 e 4 della centrale nucleare di Takahama, dando ragione ai residenti della regione. Una Corte della Provincia di Fukui, dove si trovano gli impianti, non ha ritenuto soddisfatti i criteri di sicurezza per il rischio sismico. Nel febbraio scorso l’autorità di regolazione nucleare giapponese (NRA) aveva, invece, dato il primo via libera per la riaccensione dei due reattori.

I residente plaudono alla sentenza. ‘‘Questa decisione rende giustizia alle vittime di Fukushima e a coloro che stanno ancora soffrendo, non sarebbe mai arrivata senza di loro’‘, dice Tasashi Matsuda che manifesta davanti al tribunale.

La Kansai Electric Power, società che gestisce l’impianto di Takahama, impugnerà in Appello la sentenza della Corte di Fukui. Sentenza che rappresenta un duro colpo per il premier Shinzo Abe che vuole far ripartire la produzione elettrica con l’atomo, ferma dopo l’incidente di Fukushima.

Si sono, intanto, perse le tracce del robot che doveva esplorare la vasca di contenimento del reattore 1 di Fukushima. Era stato inviato venerdì scorso. Il robot a controllo remoto è riuscito comunque a catturare alcune immagini della vasca, una delle più danneggiate dallo tsunami del 2011.