ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Donbass: a Berlino Russia e Ucraina concordi nell'appoggiare cessate il fuoco

Il ritiro delle armi pesanti dal fronte di combattimento nel Donbass non soltanto dovrà continuare ma includerà anche l’artiglieria leggera e i carri

Lettura in corso:

Donbass: a Berlino Russia e Ucraina concordi nell'appoggiare cessate il fuoco

Dimensioni di testo Aa Aa

Il ritiro delle armi pesanti dal fronte di combattimento nel Donbass non soltanto dovrà continuare ma includerà anche l’artiglieria leggera e i carri armati.

Su questa linea hanno trovato un accordo a Berlino i Ministri degli Esteri di Russia, Ucraina, Francia e Germania, il cosiddetto formato Normandia, riunitosi in serata, prima del vertice del G7 che si terrà oggi a Losanna.

Il primo vertice nel quale i ministri degli Esteri francese, tedesco, russo e ucraino si incontrarono per aprire un dialogo sulla crisi nell’Est dell’Ucraina avvenne in Normandia nel giugno del 2014 durante le commemorazioni per il 70° anniversario dello sbarco dei Paesi alleati.

“Se questo processo dovesse fermarsi gli accordi di Minsk sarebbero messi a rischio. Ma questa sera tutte le parti hanno confermato di voler evitare uno scenario del genere” ha detto il Ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier.

I responsabili delle diplomazie non hanno fatto altro che constatare che la situazione sul terreno resta critica: tra domenica e lunedì un militare ucraino é stato ucciso e altri 6 sono rimasti feriti in scontri a fuoco con i separatisti filo-russi.

Un appello al rispetto del cessate il fuoco e il tentativo di non fare andare in fumo gli accordi stabiliti a Minsk in febbraio sembrano la sola strada percorribile.